mercoledì 5 novembre 2008

lunedì 3 novembre 2008

Unione di Comuni: il resoconto dell'iniziativa

Venerdì 30 ottobre si è svolto a Felino l'incontro "Unione di Comuni - Motore del territorio".


Il coordinamento di zona Pedemontana Parmense ha organizzato un incontro per approfondire le prospettive e le ricadute sul territorio dell'Unione di Comuni che andrà a concretizzarsi dopo l'approvazione dello statuto da parte dei consigli comunali dei Comuni di Collecchio, Sala Baganza, Felino, Montechiarugolo e Traversetolo.
Tra i relatori, Roberto Abbati, Coordinatore di Zona pedemontana e Barbara Lori, Presidente dell'Associazione Pedemontana che hanno sottolineato come il processo di Unione sia partito quasi vent'anni fa con le prime collaborazioni tra comuni limitrofi per arrivare alle quasi dieci gestioni associate attuali.

Ugo Danni, Assessore provinciale ai progetti di sviluppo territoriale, ha portato la sua esperienza sottolineando come le unioni comunali siano indispensabili per l'ottimizzazione delle risorse e siano da preferire alle fusioni che non sarebbero accettate dalle popolazioni.

Marcello Rosetti, responsabile Enti Locali del PD Emilia-Romagna, ha invece sottolineato che nonostante la crisi mondiale tocchi tutti i territori, l'Emilia-Romagna ha le carte in regola per tenere alto il tenore di vita dei cittadini. Il Governo tuttavia non è particolarmente attento ai Comuni: i soldi da assegnare a causa dell'abolizione della quota residua dell'ICI non sono ancora stati inviati e il federalismo fiscale non è ancora chiaro perchè nella legge non sono espressi i numeri. Anche per Rosetti, l'unico modo di affrontare le difficoltà legate alle scarse risorse è "fare sistema", fare in modo che le amministrazioni si uniscano per acquisire maggior peso nelle decisioni.

Nel lungo ed autorevole intervento conclusivo, Luciano Vandelli, professore Ordinario presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bologna, ha citato i numeri delle esperienze emiliano-romagnole. Nei 341 comuni ci sono forti asimmetrie legate all'utilizzo molto diverso delle risorse a disposizione. Più i territori sono piccoli più faticano ad ottimizzare per cui servono assolutamente regìe più ampie di quanto non siano in grado di garantire i singoli comuini.
La Regione stessa fatica a rapportarsi direttamente con tutte le amministrazioni e quindi cerca di favorire le aggregazioni per ridurre il numero di interlocutori e favorire il coordinamento territoriale. E' tuttavia necessario che le Unioni facciano attenzione a non creare un livello amministrativo che duplichi le competenze dei singoli Enti: una volta aggregati i Comuni devono delegare in toto i servizi concordati mantenendone il controllo decisionale ma non operativo.
"La Polizia Municipale - spiega Vandelli - è il servizio che i Comuni hanno maggiormente delegato alle Unioni. In tutti i casi presi in esame, si è riusciti a passare da una copertura di sei ore (un solo turno) fino ad una copertura di dodici, diciotto o, in un caso, addirittura di 24 ore. "

Il pubblico, che ha riempito la Sala Civica "Remigio Amoretti" di Felino in ogni ordine di posti ha manifestato il proprio interesse rimanendo fino al termine del dibattito che si è protratto oltre l'orario previsto.

giovedì 23 ottobre 2008

Unione dei Comuni: motore del territorio

30 ottobre 2008 — ore 18:00
Centro Civico Remigio Amoretti
Via Filippo Corridoni 2 — Felino


UNIONE DEI COMUNI: motore del territorio

… non solo buona gestione associata dei servizi, ma soprattutto nuovi soggetti di programmazione territoriale e possibilità concrete di governo dei territori …

Intervengono:

Barbara LORI
Presidente Associazione Pedemontana Parmense

Ugo DANNI
Assessore Provincia di Parma ai progetti di sviluppo territoriale

Marcello ROSETTI
Responsabile enti locali per il PD Emilia Romagna

Luciano VANDELLI
Professore ordinario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bologna

Scarica il depliant dell'iniziativa


Unione dei Comuni non come ente dai confini disegnati a tavolino, secondo astratte idee dell’adeguatezza, ma come ente strumentale ed esponenziale dei Comuni, proiezione dei Comuni su un territorio più vasto ma da essi individuato e riconosciuto come prossimo, omogeneo, dotato e dotabile d’identità plurale ma unitaria.

L’Unione dei Comuni, se dotata di una normativa aggiornata che accompagni il rispetto dell’autonomia dei Comuni, con vincoli precisi sulle effettività della gestione dei servizi e sul rapporto tra costi della gestione associata e costi delle singole gestioni, rappresenta un modello straordinario e innovativo per procedere ad una riforma inderogabile nel nostro Paese.

Con l’Unione, i territori ed i Comuni coinvolti ritrovano nuovo slancio, rendono comprensibile una volontà di collaborazione, attualmente solo su alcune funzioni e alcuni servizi, flessibile ma anche stabile e permanente, costruita naturalmente e volontariamente su ambiti territoriali omogenei, spesso con vocazioni unitarie per storia e cultura.

Le Unioni non sono solo buona gestione associata dei servizi, ma soprattutto nuovi soggetti di programmazione territoriale e possibilità concrete di governo dei territori da parte degli amministratori dei piccoli Comuni, capaci di conferire nuova vitalità alle innumerevoli risorse locali ed accrescere la qualità della vita della popolazione.

Partito Democratico
Pedemontana Parmense

venerdì 10 ottobre 2008

La differenza la fai tu

Il Partito Democratico di Sala Baganza, per rinsaldare ed accrescere il rapporto con iscritti, elettori e simpatizzanti, sarà presente con un banchetto in via Garibaldi sabato 11, dalle15 alle 18, e domenica 12 ottobre dalle 9 alle 12.30.
I rappresentanti del nostro circolo accoglieranno tutti coloro che vorranno tesserarsi al partito e/o ottenere informazioni sulle modalità di partecipazione alla manifestazione nazionale del 25 ottobre, con la quale si chiuderà a Roma la grande campagna di petizione "Salva l'Italia", promossa per difendere le regole democratiche contro le forzature e le leggi sbagliate del governo, e formulare proposte finalizzate a far ripartire l'Italia, cominciando da stipendi e pensioni.
Tutti coloro che non l'hanno ancora fatto potranno approfittare per firmare la petizione, e partecipare in questo modo ad una grande battaglia di civiltà e democrazia in nome del Paese promossa dal Partito Democratico.
Il nostro circolo, assieme a quelli di Collecchio e Felino, hanno già raccolto delle prenotazioni per il viaggio in pullman verso Roma, per chi è interessato, c'è ancora qualche posto disponibile.

lunedì 29 settembre 2008

Il governo strozza la scuola

Venerdì 26 settembre scorso presso l'Hotrel Stendhal di Parma, si è tenuto un incontro pubblico dal titolo "Il governo strozza la scuola"nell'ambito delle giornate di mobilitazione nazionale per la Scuola. Presenti la senatrice Albertina Soliani e l'assessore provinciale Gabriele Ferrari.


    Appunti:

  • in nessuna parte del mondo, salvo nei Paesi guidati da dittature, i governi tagliano sull'istruzione come in Italia ( è stato fatto senza motivazione se non con quella di Tremonti che vuol fare cassa per altri scopi)
  • dalla rete scolastica al maestro unico, dall'orario settimanale diminuito alla destrutturazione della scuola dell'infanzia e di quella elementare, dall'innalzamento del numero di alunni per classe alla riduzione degli organici (87.000 insegnanti, 42.000 personale ATA)
  • il ministro dell'istruzione dovrebbe vergognarsi, ci risparmi le sue improvvisate spiegazioni pedagogiche, non si può innovare, non si può fare qualità, non vi sarà motivazione di nessuno con questa operazione economica
  • diamo appuntamento al Ministro a gennaio quando vi saranno le iscrizioni dell'anno scolastico 2009 - 2010 e i dirigenti scolastici, i docenti, i Comuni, dovranno spiegare alle famiglie che i bambini andranno a casa alle 12,30 e che spariscono gli insegnanti
  • scuola: pilastro per l'uguaglianza (vedi art. 3 Costituzione: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. )
  • scuola figlia del '68, ma anche del '67: Don Milani che influì non poco sui contenuti della ribellione studentesca dell'anno successivo e impose di guardare al mondo della scuola italiana da nuova angolazione
  • "un voto, un libro e un maestro" (Tremonti ) - cancellazione del profilo culturale
  • nella regressione democratica la scuola è un ostacolo

La Direzione del PD Emilia-Romagna

Dal sito regionale del PD (http://www.pder.it/):

A conclusione dei lavori dell’Assemblea Regionale che si è svolta sabato 27 al PalaCongressi di Riccione, è stata eletta la Direzione del Partito Democratico dell’Emilia-Romagna.
Per l’organismo, di settanta persone, che comprende cinquanta eletti e venti presenti per funzioni, i delegati a favore sono stati 166, mentre 4 sono stati gli astenuti.
Inoltre sono stati eletti ed approvati il Collegio dei Revisori e il Presidente, la Commissione regionale di Garanzia, il Regolamento regionale per il Tesseramento e il Regolamento per la tenuta dell’Albo degli Elettori e dell’Anagrafe degli iscritti.
Gli eletti nella Direzione e il Regolamento regionale li trovate, in formato PDF, nei link sottostanti.

mercoledì 24 settembre 2008

Salva la Scuola!

26, 27, 29 settembre: mobilitazione del PD contro i tagli del governo.
Scarica il volantinoLe 3 i della scuola di Berlusconi: Impoverita, Invecchiata, Inadeguata.


I recenti provvedimenti del Governo per la Scuola evidenziano chiaramente la messa in atto di un processo di disinvestimento e impoverimento del sistema educativo-formativo pubblico.
Il Partito Democratico è impegnato a contrastare questo modo di intervenire, puramente dettato da esigenze economiche, senza alcuna logica dimiglioramento e di crescita.
Riteniamo essenziale informare il più possibile i cittadini e le famiglie in merito alle conseguenze che tali provvedimenti avranno nella loro vita concreta, aggiunti anche ai tagli ai bilanci degli enti locali che nella nostra realtà da sempre e in diversi modi hanno investito nell'ambito educativo.

A tale scopo nell'ambito delle giornate di mobilitazione nazionale per la Scuola del 26-27 e 29 settembre è stato organizzato un INCONTRO PUBBLICO Venerdì 26/9 ore 17.00 presso l'Hotel Stendhal (via Bodoni, 3 - Parma) al quale sono invitati tutti coloro che come operatori scolastici, amministratori di enti locali , genitori e studenti sono interessati a confrontarsi su tali temi.

Saranno presenti la Senatrice Albertina Soliani e l'Assessore provinciale Gabriele Ferrari.

giovedì 4 settembre 2008

Festa PD: spazio dibattiti


Ecco il programma degli incontri che si terranno presso lo SPAZIO DIBATTITI all'interno dell'area di Ravadese durante l'ultimo Weekend di Festa.

Venerdì 5 Settembre - Ore 21.00
"IL MONDO DEL LAVORO, TRA SICUREZZA, FLESSIBILITÀ E SOLIDARIETÀ"
interviene AGOSTINO MEGALE della Segreteria Nazionale CGIL


Sabato 6 Settembre - ore 18.00
intervento di On. GIUSEPPE FIORONI
Direzione Nazionale PD
Responsabile nazionale organizzazione


Sabato 6 Settembre - ore 21.00
"L'AMERICA LATINA: I RICCHI, I POVERI E LA CHIESA"
Interviene MAURIZIO CHIERICI - giornalista dell'Unità
intervistato da ALUISI TOSOLINI - esperto di cooperazione internazionale


Domenica 7 Settembre - ore 18.00
"LA SCUOLA AI TEMPI DI GELMINI, BOSSI E TREMONTI"
APERITIVO - DIBATTITO DEI GIOVANI DEL PD con
sen. ALBERTINA SOLIANI
on. CARMEN MOTTA
PIETRO BAGA esecutivo provinciale PD
ALBERTO AITINI Rappresentante studenti CDA Università Bologna


Domenica 7 Settembre - ore 21.00
intervento di
sen. GIORGIO TONINI
della Direzione nazionale del PD
Responsabile nazionale area studi, ricerca e formazione

giovedì 28 agosto 2008

Incontro tra i Segretari PD e gli Amministratori

La sera del 26 agosto, presso la sede del Partito Democratico di Felino, si è svolto un incontro allargato tra i segretari del Partito Democratico dei circoli pedemontani e gli amministratori, sindaci e capigruppo consiliari, dei cinque comuni.
L’obiettivo principale era quello di discutere del percorso che porterà verso il rafforzamento della associazione pedemontana in Unione di Comuni, ritenuta indispensabile per il miglioramento dei servizi al cittadino dei cinque territori

L’Unione verrà realizzata da un lato con particolare attenzione all’ottimizzazione dei servizi, grazie alla condivisione delle competenze interne alle singole amministrazione, e dall’altro con l’obiettivo a medio termine di una riduzione dei costi, garantita anche dalla creazione di una struttura leggera.

Il problema dell’eccessiva frammentazione amministrativa che talvolta può causare inefficienze ed aumenti di costi, è sentito da diverse nazioni europee ed è stato risolto, o è in via di risoluzione, secondo diverse modalità.
All’accorpamento per legge di diverse municipalità attuato in alcuni Lander tedeschi e in Danimarca, si contrappone il percorso di accorpamento volontario promosso dal modello italo-francese. Lo Stato e la Regione vogliono infatti cercare di incoraggiare l’aggregazione di servizi garantendo il necessario supporto economico senza forzare fusioni che sarebbero fonte di problemi campanilistici.
La via italiana alla semplificazione amministrativa quindi passa anche da questo tipo di accorpamento che prevede comunque una forte ramificazione sul territorio degli sportelli e la centralizzazione del processo decisionale.

I segretari del Partito Democratico pedemontano, e il coordinatore territoriale Roberto Abbati, hanno apprezzato il momento di condivisione degli obiettivi amministrativi e auspicato non solo nuovi incontri, sui temi specifici, con gli amministratori ma anche momenti di incontro con la base del PD e più in generale popolazione allo scopo di illustrare in modo più dettagliato le iniziative di governo.

Diego Baruffini

martedì 19 agosto 2008

Festa Provinciale del PD



Da pdparma.it il programma della Festa provinciale del Partito Democratico che si terrà a Ravadese dal 21 agosto al 7 settembre:

GIOVEDI 21 AGOSTO
ARENA SPETTACOLI
Ore 22,00
Direttamente da Zelig
MANERA + PENONI + CARLA'

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Roberto Scaglioni
Orchestra liscio-revival


VENERDI 22 AGOSTO
ARENA SPETTACOLI
Ore 22,00
Concerto Tributo a Rino Gaetano con i CIAORINO

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Antonella Marchetti
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
Sonny Babe and the
Albert Ray Band


SABATO 23 AGOSTO
ARENA SPETTACOLI
Ore 22,00
GEM BOY

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Nuova Epoca
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
Apeiron


DOMENICA 24 AGOSTO
ARENA SPETTACOLI
Ore 21,30
Serata all'insegna del tango argentino con FLACO BIONDINI

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
I Balla con Noi con Luciano Mazelli
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
Recall Rockabilly/Swing


VENERDI 29 AGOSTO
ARENA SPETTACOLI
Ore 22,00
Hormonauts

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Gianluca Caselli
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
White Joe's black & Heart trio


SABATO 30 AGOSTO
ARENA SPETTACOLI
Ore 22,00
L'elegante musica elettronica di MEG + CULPABLE

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Fabio e la sua orchestra
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
The June


DOMENICA 31 AGOSTO
ARENA SPETTACOLI
Ore 21,30
Anime salve

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
I Traditional
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
Flambènd


VENERDI 5 SETTEMBRE
ARENA SPETTACOLI
Ore 22,00
Serata anni '70 con i
DISCORARI + DJ FRAMBO

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Enza e gli Harmony
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
Albert Ray and the Raymen


SABATO 6 SETTEMBRE
ARENA SPETTACOLI
Ore 22,00
Tributo a Ligabue con i BANDALIGA

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Mary Lora e il Gruppo 2000
Orchestra liscio-revival

SPAZIO BLUES TRATTORIA "MARIPOSA" ICHNUSA SOUND
Ore 21,30
Pera Williams Y Sus Muchachos


DOMENICA 7 SETTEMBRE
ARENA SPETTACOLI
Ore 21,00
Direttamente da "Colorado Café"
Beppe Braida

ARENA DEL LISCIO
Ore 21,30
Festival della Fisarmonica



RISTORANTE DEL PESCE, RISTORANTE TRADIZIONALE, OSTERIA, ENOTECA, RISTORANTE SARDO, PIZZERIA, BALLO LISCIO, PIANO BAR, GELATERIA, LIBRERIA, CENTRO DIBATTITI, ESPOSIZIONE COMMERCIALE, ARENA SPETTACOLI CON BIRRERIA PANINOTECA

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito!

PARCHEGGIO € 1,00

giovedì 19 giugno 2008

Quelli che il Piddì....

... lo sostengono davvero!!!


Serge... questa volta senza patatine
Aldo... lo Chef!!!
Tavolata
Tavolata
Armando... mi si commuove sempre di più, il ragazzo...

G R A Z I E A T U T T I !!!
Pubblico qui anche la lettera che le volontarie dell'AIC di Parma hanno inviato alla Gazzetta di Parma e che è stata pubblicata oggi (19 giugno 2008)
I celiaci ringraziano
Inviato da: Le volontarie dell'Aic di Parma
Gentile direttore, siamo un gruppo di volontarie dell'Associazione Italiana Celiachia che ha sede a Parma in Via Testi.
Le scriviamo per porgere i più sentiti ringraziamenti al Comitato organizzatore della Festa dei Democratici che si è svolta a Sala Baganza presso il Centro Sportivo da venerdì 13 a domenica 15 giugno.
Vogliamo ringraziarli non solo per la cortesia e la completa disponibilità che ci hanno riservato, ma soprattutto per l'estrema sensibilità ed attenzione che hanno dimostrato verso i celiaci di tutta la provincia, organizzando insieme a noi dell'Associazione un vero stand dedicato al senza glutine ed un menu dedicato ai celiaci.
Un vero grazie di cuore perché nonostante le avversità atmosferiche ci siamo sentiti per tre giorni capiti e ascoltati!

giovedì 5 giugno 2008

Festa dei Democratici

Festa dei Democratici


13 giugno: Bermuda Acoustic Trio 14 giugno: Orchestra Nuova Epoca


15 giugno: Esposizione nazionale Canina 15 giugno: Crazy Bullets, Emily County Folk

venerdì 18 aprile 2008

Lettera di ringraziamento del segretario provinciale

Carissime democratiche e carissimi democratici,
con questa lettera desidero ringraziare i tantissimi cittadine e cittadini che nelle elezioni di domenica e lunedì hanno dato la loro fiducia al Partito Democratico.
Grazie a loro il PD ha migliorato quasi dappertutto il risultato dell’Ulivo del 2006, affermandosi come il primo partito in città e nella stragrande maggioranza dei comuni.
A livello regionale siamo la provincia che, insieme a Piacenza, ha maggiormente aumentato i consensi al Partito Democratico.
Parma ha capito e premiato la scelta del PD di aprire, per il bene del Paese, una fase nuova nella politica italiana, che andasse oltre alle coalizioni eterogenee e quindi non in grado di decidere. Il risultato elettorale, che a livello nazionale ci chiede di fare un’opposizione rigorosa e rivolta esclusivamente al bene dell’Italia, a Parma riconferma al PD un ruolo di leadership e quindi di responsabilità all’interno del centrosinistra.
Sapremo essere all’altezza del compito che gli elettori del territorio di Parma ci hanno affidato, prima con l’eccezionale partecipazione alle Primarie che nell’ottobre scorso hanno fatto nascere il PD, e poi con il voto di domenica e lunedì.
Appena costituito il nostro Partito ha affrontato la prova impegnativa della campagna elettorale. Per questo desidero ringraziare i segretari dei circoli e tutte le volontarie e i volontari che in queste settimane si sono spesi con generosità, facendo conoscere la proposta di Walter Veltroni e, nello stesso tempo, radicando definitivamente il partito sul territorio con l’apertura di tante nuove sedi.
Auguro di cuore buon lavoro a Carmen Motta e Albertina Soliani, parlamentari di Parma del Partito Democratico: avranno tutto il nostro sostegno nel difficile compito di opposizione che le aspetta. Un ringraziamento a Luca Marcora che, a causa del risultato nazionale, non è potuto entrare alla Camera: la sua competenza rimane un patrimonio per il partito a livello locale e nazionale.
E ora, torniamo al lavoro. Per Parma e per l’Italia.
Barbara Lori
Segretaria provinciale del Partito Democratico

lunedì 14 aprile 2008

Risultati

Elezioni Camera (da http://elezioni.portale.parma.it/):






Elezioni Senato (da http://elezioni.portale.parma.it/):


mercoledì 9 aprile 2008

Ultimi giorni di campagna elettorale...

Si vota
domenica 13 aprile: dalle 8 alle 22
lunedì 14 aprile: dalle 7 alle 15

Per votare
fare una croce sul simbolo del Partito Democratico :-)



ATTENZIONE
È assolutamente vietato indicare le preferenze. Le schede che riporteranno nomi di candidati saranno annullate.

Le schede
Fac-simile per la Camera dei Deputati (scheda rosa) - scaricalo nel formato PDF

Fac-simile per il Senato della Repubblica (scheda gialla) - scaricalo nel formato PDF


mercoledì 2 aprile 2008

4 aprile: Carmen Motta a Sala Baganza

Venerdì 4 aprile alle 21 presso la Sala delle Capriate della Rocca Sanvitale di Sala Baganza, incontro con l'on. Carmen MOTTA, candidata, per la nostra regione, alla Camera dei Deputati

NON MANCARE!!!

4 aprile: Carmen Motta a Sala Baganza
Scarica, stampa il volantino e condividilo con altri!

venerdì 28 marzo 2008

Aperitivo sui terzi della Rocca

TI ASPETTIAMO!!!
Scarica e stampa il volantino dell' "Aperitivo Democratico" e condividilo con altri!

giovedì 20 marzo 2008

Cena Democratica

NON MANCARE!!! Scarica e stampa il volantino della "Cena Democratica" e condividilo con altri!

giovedì 6 marzo 2008

Veltroni a Parma

5 marzo 2008 - Il tour di "Uolter" si ferma a Parma; questo il resoconto che copio pari pari da http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?ID_DOC=46001.

"Con Parma siamo arrivati a 28 province. Ne devo fare ancora 82 e avremo fatto la più bella campagna elettorale che si poteva fare". Così Walter Veltroni racconta il suo giro dell'Italia nuova. Il discorso di Parma ha toccato tanti temi, tra cui la precarietà.
Ripresa economica. "Lo Stato deve aiutare a rischiare: io ti faccio fare l'impresa ma se bari ti punisco. Bisogna dare fiducia al cittadino e poi controllarlo. Solo così possiamo recuperare gli 11 punti di Pil perduti in questi anni rispetto agli altri paesi europei. Siamo retrocessi dove non abbiamo diritto, e sottolineo diritto, di stare per la nostra storia, per la nostra straordinaria cultura, per le nostre tradizioni gastronomiche. È una follia che nel turismo l'Italia cresca solo dell'0,1%. A Roma abbiamo fatto grandi cose che si possono fare in tutto il Paese. Sono orgoglioso del risanamento della finanza pubblica che per la seconda volta un uomo come Romano Prodi ha fatto in questo Paese. La prima tra il 96/98 quando centrammo l'obiettivo Europa e il secondo è stato adesso. Con i 24 miliardi provenienti dalla lotta all'evasione e senza nessun condono edilizio".
Semplicità. "Se penso a questi quindici anni, mi vengono in mente urla, grande confusione, instabilità. Noi vogliamo la semplicità, che è l'atto più difficile da realizzarsi; è preoccuparsi di rendere una cosa comprensibile a tutti, soprattutto a quelli che non hanno gli strumenti giusti. Questo è un Paese barocco, molto complicato. Noi vogliamo diventare un Paese semplice, in cui vivere sia semplice".
Salari. "Una grande emergenza è l'impoverimento dei salari che non riescono a sostenere più il costo della vita. In tutti i paesi europei, dopo l'entrata dell'euro, ci sono stati molti controlli. Al contrario in Italia ci sono state molte speculazioni. I prezzi si sono trasformati in euro, gli stipendi sono rimasti in lire. Stipendi fermi, voglio ricordare, dal 2000 in Italia. Noi vogliamo utilizzare le risorse dell'extragettito e della lotta all'evasione fiscale per aumentare i salari e le pensioni e rimettere in moto così l'economia".
Certezza della pena. "Vogliamo la certezza della pena soprattutto per i reati di mafia. Il 41 bis deve essere applicato con grande severità. Non possiamo accettare che nelle strade che furono di Paolo Borsellino e di Giovanni Falcone giri liberamente il figlio di Totò Riina e tanti altri delinquenti. Chi sbaglia, deve pagare. Il Partito democratico ha deciso di non portare in Parlamento, a fare le leggi, chi ha avuto problemi con le leggi".
Discriminazioni. "In questi giorni leggo sui giornali titoli sconcertanti, come ad esempio che il Pd non candida i gay. Ma stiamo scherzando? Noi abbiamo già deciso di presentare una tra le esponenti più autorevoli di questo mondo: Paola Concia. Oggi, invece, c'era scritto "poche donne". Noi abbiamo il 42% delle donne nelle liste".
Costruiamo la nostra vittoria. "La vittoria del nostro partito, del nostro programma, delle nostre idee è assolutamente possibile. Costruiamo insieme la più grande rimonta della politica italiana".
Precarietà. “La vera emergenza sociale, quella più drammatica, è quella che io considero la più grande ingiustizia sociale di questo Paese, che è la precarizzazione della vita dei ragazzi e delle ragazze di questo paese. La vita precaria è una vita difficile, senza nessuna sicurezza, senza nessuna speranza, che rende difficili i rapporti, che non consente di avere figli, nella quale non ci sono certezze per il futuro. Chi è più grande non si rende conto di che cosa significa avere 35 o 36 anni e non essere riusciti a mettere una lira da parte per la pensione”.
“nella società italiana tutto è lento, ed è reso ancora più lento dalla precarietà. Quando si parla di costo della vita per le famiglie, c’è un costo che non viene mai calcolato. Una volta i figli ‘mettevano su casa’ e se ne andavano per conto loro. Adesso, con 400 o 500 euro di stipendio mensile precario, come può mettere su casa? Il figlio sta a casa e pesa sul bilancio della famigli, per la quale diminuiscono le risorse a aumentano i costi”.
“una società demolita dall’insicurezza. L’insicurezza determina comportamenti umani e collettivi pericolosi. Dobbiamo dare sicurezza e serenità ai cittadini. La proposta che noi abbiamo fatto e che poteremo alla prima seduto del Consiglio dei ministri è quella di un patto tra lavoro e impresa, alla stregua di quelli che ci sono in tutti i paesi europei. Noi introdurremo il compenso minimo legale. Nessun ragazzo che si trova con un contratto di lavoro atipico o temporaneo può stare con meno di 1000 o 1100 euro al mese. Daremo poi strumenti fiscali alle aziende, introdurremo il tempo di prova, l’apprendistato”.
Meritocrazia. “Ciascuno deve avere la possibilità di fare vedere quali sono le sue capacità e il suo talento. Dobbiamo superare quegli automatismi per i quali chi non ha voglia va avanti e chi ha voglia non ce la fa. Il grave dramma di questo nostro Paese è che si è rotto l’ascensore sociale. Una volta il leader dello schieramento a noi avverso disse che il figlio di un operaio non potrà mai diventare un avvocato. Noi invece vogliamo esattamente che il figlio di un operaio possa diventare un avvocato”.

sabato 1 marzo 2008

Barbara Lori Segretario provinciale del PD

Si è tenuta ieri sera (29 febbraio) l'assemblea provinciale del PD, che aveva come unico punto all'ordine del giorno l'elezione del Segretario provinciale. A presiedere l'assemblea il presidente del PD di Parma, Arturo Balestrieri, che ha introdotto i lavori comunicando l'esistenza di un solo candidato alla segreteria: Barbara Lori. La stessa Barbara Lori ha, quindi, relazionato sull'attività svolta dalla segreteria e dall'esecutivo dal momento della costituzione del PD agli impegni e agli sforzi che lo stesso dovrà sostenere per le prossime elezioni politiche. La novità di un Partito Democratico che fa del riformismo la sua forza, che ha il coraggio di fare scelte innovative, che pone il dialogo e la partecipazione alla base dei suoi progetti sono stati gli argomenti del dibattito che ha visto come protagonisti Graziano Vallisneri, Giuseppe Romanini, Gabriele Ferrari, Paolo Lanna, Fabio Moroni, Alfredo Peri, Fabrizia Dalcò, Antonio Liaci, Luca Marcora, Paolo Antonini e Luca Benecchi. Il risultato delle votazioni è stato favorevole a Barbara Lori che è stata così proclamata Segretario Provinciale del PD di Parma; questi i numeri:
votanti - 289, favorevoli - 193 (67%), contrari - 12 (4%), bianche - 83 (29%) e 1 voto nullo.

mercoledì 27 febbraio 2008

Documento PD Pedemontana sulle candidature

Testo del documento presentato in modo unitario dai 5 circoli PD della Pedemontana all'assemblea, tenutasi lunedi 25 febbraio presso il Teatro di Felino, per l'indicazione di candidature per le prossime elezioni politiche:
L’occasione di questo appuntamento in cui ci esprimeremo sulle proposte di candidatura per le prossime elezioni politiche, è importante per le proposte che faremo relative ai candidati stessi, ma anche per alcune necessarie riflessioni che consegneremo questa sera alle istanze provinciali e regionali del nostro partito.
Prendiamo atto dell’impegno profuso in questi anni dai parlamentari uscenti facenti parte della rosa delle candidature.
Crediamo di interpretare il pensiero dei nostri direttivi e dei nostri elettori se riaffermiamo qui e per il futuro la necessità che ogni appuntamento elettorale debba essere legato imprescindibilmente ad un percorso di selezione delle candidature che abbia come atto finale lo svolgimento di elezioni primarie.

Su di un piano strettamente concettuale tale percorso di democrazia interna sarebbe tanto più necessario, rispetto ad una legge elettorale, come quella attuale, che prevede liste bloccate.

Ma resta il fatto che non abbiamo deciso noi i tempi di questa crisi politica, così come è evidente che stiamo affrontando questa campagna elettorale con un partito ancora in fase di costituzione; allo stesso tempo, crediamo di esserne tutti consapevoli, siamo riusciti a lanciare una sfida al Paese, per il Paese, di portata storica, costringendo le altre forze politiche ad inseguirci su questa strada.

Riteniamo francamente che il non potere indire le primarie a causa dei tempi strettissimi, significa non solo aver fatto i conti con difficoltà organizzative, ma anche il non correre il rischio di banalizzare o privare lo strumento delle primarie di quel valore democratico profondo che si nutre di un confronto aperto e trasparente di idee e candidati.

Accettiamo questo appuntamento come atto di consapevole responsabilità e di reciproca fiducia fra le nostre neonate strutture di base e le istanze Regionali e Nazionali del nostro Partito.

E’ sulla base di questi due concetti, responsabilità e fiducia, che ci presentiamo a questo appuntamento.

Responsabilmente abbiamo creduto nell’utilità di un dibattito interno, per quanto concentrato nei tempi, che non consegnasse al coordinamento provinciale astratte indicazioni in ordine sparso, ma indicazioni massimamente condivise assumendoci il nostro ruolo di organismi dirigenti e facilitando il non semplice compito del provinciale e del regionale.

Fermo restando il diritto di ogni persona ad esprimere le proprie opinioni e indicazioni, abbiamo cercato di portare a sintesi un ragionamento che muove dai presupposti di introdurre nella scelta dei candidati criteri di rinnovamento, legati ad esperienza nel governo del territorio . Abbiamo anche valutato la necessità di operare una scelta nei confronti di candidati che, proprio per queste caratteristiche fossero conosciuti, ma, soprattutto, riconosciuti in termini di autorevolezza e capacità non solo nell’ambito del nostro territorio.

Per questo la nostra scelta, infine, si esprime nell’indicazione di Giuseppe Romanini quale espressione dei Circoli della Pedemontana Parmense.

Nel portare a sintesi questo lavoro non abbiamo potuto non rilevare la ricchezza di questo territorio, che non si esprime solo nella suo dinamismo economico e sociale, ma anche in una solida vitale e diffusa cultura politica che sa esprimersi in occasioni come questa così come nella capacità di governo dei propri amministratori.

Valori questi di cui la Pedemontana Parmense è consapevole e che è disponibile a mettere in gioco e a disposizione di tutto il territorio provinciale in questa occasione ed in futuro.

sabato 23 febbraio 2008

25 febbraio: consultazioni

Il Coordinamento nazionale del PD ha offerto la possibilità di svolgere consultazioni democratiche sul territorio per raccogliere proposte di nuove candidature per le elezioni politiche del 13-14 aprile 2008.

A Parma le indicazioni, che dovranno riguardare nomi nuovi da inserire tra i candidati al Parlamento del Partito Democratico, saranno raccolte nel corso del confronto in
sei Assemblee di zona che si svolgeranno contemporaneamente.

L’invito è rivolto particolarmente a tutti coloro che hanno ricevuto il certificato di fondatori del Partito Democratico nelle Assemblee di fondazione dei circoli del 26 e 27 gennaio.

Le Assemblee saranno guidate da un rappresentante dell’Esecutivo provinciale che avrà un ruolo di garanzia e il compito di redigere il verbale dell’incontro.I verbali saranno inviati immediatamente al segretario provinciale del PD che dovrà definire la rosa di nomi da consegnare al segretario regionale.

CALENDARIO ASSEMBLEE DI ZONA
Lunedì 25 febbraio ore 21
PARMA - Parma - Circolo Arci via Treves 2
MONTAGNA EST - Langhirano - Centro Culturale, via Cesare Battisti 20
MONTAGNA OVEST - Borgotaro - Museo delle Mura, via Cesare Battisti 82
PEDEMONTANA - Felino - Cinema Teatro Comunale, Piazza Miodini
BASSA EST - San Polo di Torrile - Teatro Centro Giovani, Piazza Pertini
BASSA OVEST - Fidenza - Palazzo ex Orsoline, via Berenini 134

A causa della sovrapposizione di data e orario, l'incontro di rendiconto dei parlamentari uscenti per la Pedemontana e Montagna, previsto per lunedì 25 febbraio alle 21 a Felino, è rimandato.

martedì 19 febbraio 2008

Sì. possiamo vincere!

"Voglio dire che possiamo vincere!", Albertina Soliani esordisce così, in una Sala delle Capriate piena, il suo intervento sulle prossime elezioni e la situazione politica attuale.


Appunti:

  • C'è una vera speranza per un Italia nuova che cambi il suo impianto economico-sociale.
  • Occorre pensare a un Italia che si muove, che cammina, perchè siamo dentro ad un mondo che non sta fermo; dipende da tutti noi che nasca un partito degli elettori, ogni testa conta.
  • Il PD è lo spazio della nostra partecipazione democratica, possiamo osservare e vivere questa trasformazione politica che è il passaggio ad un'Italia nuova.
  • L'approvazione del Manifesto dei Valori, dello Statuto, del Codice Etico, è un avvicinamento alle fonti della democrazia (art. 49 della Costituzione Italiana: "Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale").
  • L'idea di andare da soli è stato sì elemento di rottura, ma ha il significato di responsabilità di questo progetto di profilo di cambiamento, di un disegno di un paese che sta stare in Europa e nel Mondo. La responsabilità come spinta.
  • Occorre attrezzarsi per vivere con culture diverse, saranno si problemi, ma anche il bello, il poter trovare i valori degli altri, di tutti.
  • Animare e partecipare al dibattito su un'idea sana dell'Italia, far capire a tutti il circuito virtuoso di fare e fare insieme, non stare ad aspettare. La politica deve cambiare molto, un cambiamento morale.
Link alla pagina dell'Informazione con l'articolo (in formato PDF) di Cristina Pelagatti e Augusto Stocchi sull'incontro con Albertina Soliani.

venerdì 15 febbraio 2008

Albertina Soliani a Sala

Mnifesto incontro con Albertina Soliani

giovedì 14 febbraio 2008

Delegati all’Assemblea Provinciale

Gabriele CARPENA
Mara FARINA
Carlo LEONI
Giulia MINGARDI
Norberto VIGNALI

Comitato direttivo del Circolo PD

Clementina CARPENA
Gabriele CARPENA - Tesoriere
Ferdinando CIGALA
Mara FARINA - Segretario
Donica FERDANI
Carlo LEONI
Sofia LICCI
Gianluca MEZZADRI
Giulia MINGARDI
Maria MONTAGNA
Emiliano MUSSO
Samuele RIMELLA
Giuliana SACCANI
Aldo STOCCHI
Norberto VIGNALI
Rita ZAMBONINI
Marco ZANETTINI

Cara Elettrice, Caro Elettore,

Ti ringraziamo per aver partecipato alle Elezioni degli Organismi Comunali del Partito Democratico che si sono svolte sabato 26 e domenica 27 gennaio 2008 e per il prezioso contributo economico che hai devoluto rendendo possibile lo svolgimento delle elezioni e l'inizio delle attività del Circolo.
Sono state ben 165 le persone che hanno espresso il proprio voto per l'elezione del Segretario di Circolo e dei Delegati all'Assemblea Provinciale a Sala Baganza, Il Comitato di Circolo è stato eletto all'unanimità dai presenti all'Assemblea che si è svolta sabato mattina.
Si è già svolta la prima riunione del Comitao, nel corso della quale abbiamo iniziato a programmare il lavoro che saremo chiamati a svolgere. Siamo un gruppo affiatato, abbiamo grande motivazione e ci impegneremo per essere all'altezza del compito che voi Elettori ci avete affidato.
La grande novità del Partito Democratico è che la partecipazione dei cittadini non è più limitata ad alcuni momenti: è sempre necessario il contributo di tutti.
Questo è il significato della card e dell'attestato che ti sono stati consegnati in occasione del voto: il Partito Democratico siamo noi, tutti insieme. Possiamo portare, direttamentenoi le nostre idee e i nostri valori, nel Partito attraverso gli organismi locali eletti che avranno il compito di farli confluire nella grande "rete", il sistema più moderno ed efficace - proprio per questo scelto come forma organizzativa del PD - per la trasmissione delle idee e delle informazioni attraverso i vari livelli.
Ci attende una impegnativa campagna elettorale. Contiamo sulla tua partecipazione: potremo vincere questa sfida solo se saremo in tanti a collaborare!
La prima occasione di incontro sarà LUNEDI' 18 FEBBRAIO, in sala delle Capriate alle ore 21:00 parleremo con ALBERTINA SOLIANI di elezioni e della situazione politica attuale.
TI ASPETTIAMO!!
IL CIRCOLO TERRITORIALE DEL PD
Mara Farina (Segretario del Circolo)